Passaggi di Vita, Giuseppe Eroe

Amici lettori bentornati, oggi poesia 😀

Il libro che vi presento è di un giovane avolese, Giuseppe Eroe, armato di carta e penna per scrivere alla vita, con la vita.

GIUSEPPE EROE nasce ad Avola (Sr) il 19 aprile 1996 e si è diplomato presso l’istituto Superiore per i servizi agricoli e lo sviluppo rurale “Ettore Majorana” di Avola.
Ha partecipato a vari concorsi letterari tra i quali: “LiberAli” organizzato da “La Società dell’Allegria” e dalla cooperativa “Tutto a metà”, il concorso di poesie dialettali del Carnevale avolese 2015, il concorso letterario “L’importanza della Memoria” organizzato dall’Associazione “Archeoclub Avola” aggiudicandosi
il secondo posto, il concorso artistico-letterario “Sotto
lo Stesso Cielo” organizzato dalla Consulta giovanile e dal Comune di Avola. “Insieme a te” e “Questo sogno l’ho già visto, lo sto vivendo” sono le due raccolte poetiche già pubblicate a seguito dell’espletamento del Concorso letterario internazionale “Libri di-versi in diversi libri” della Libreria Editrice Urso, edizioni 2015 e 2016.

Leggendo la raccolta poetica dell’autore mi trovo in accordo sul fatto che la scrittura libera, è luce che ci riporta a rinascere.  Mi piace la voglia di vivere che pervade la raccolta, mi hanno colpito le poesie: ALL’ARREMBAGGIO! e L’ISTINTO; quella continua ricerca di se stessi, al di fuori di se, di trovare la forza di guardarsi per ciò che si è ed accettarsi.

Sentirsi persi in un mondo proprio, lontano da
tutto e tutti, ma sentirsi anche parte del mondo.

E vi lascio con la poesia che mi ha colpito di più:

L’ISTINTO

Aggredisci il mondo
mordi la vita
VIVI!

Vai d’istinto
acchiappa a mani aperte
l’inaspettato
utilizza il corpo se è necessario,
sii un po’ folle
evadi dal tuo essere
sorridi mentre lo fai

(Giuseppe Eroe)

E tu, lettore, sei pronto a mordere la vita? Ad acchiappare il mondo con le mani aperte? Sei pronto a tutto questo?

Allora grida, grida insieme a me, fammi sentire che ci sei. Come me. Che non siamo soli.

 

 

Poetando Poesia

Amici lettori, bentrovati! 😀

LIBRI DI VERSI IN DIVERSI LIBRI… 

…vi dice qualcosa?

Ebbene sì, tante ma tante emozioni che chi poeta e poetando va, conosce bene. Perché le poesie sono come le ciliegie…

E così tra una poesia ed un’altra, tra lunghe passeggiate nelle cittadine di Avola e Noto, si è conclusa la settima edizione 2017/2018 del concorso letterario Libri di-versi in diversi libri in memoria del poeta-scrittore Corrado Carbé: 

Splendide parole sull’amata Sicilia, un amore ereditario, genetico:

Ecco i risultati della classifica:

E le copertine dei primi tre classificati:

3°posto la poetessa Salvatrice Motta con la raccolta poetica Il mio mondo. 

Bella la copertina, una giovane che guarda il cielo, lo sguardo sognante, proiettato sul mondo, sul futuro, sulla speranza. Distesa su foglie d’autunno, su di una stagione che ha vissuto primavera ed estate, una stagione saggia, che ha avuto esperienze di vita. Guardando la copertina sento, vedo, il passato (l’autunno) che accoglie il presente (la giovane) e la speranza, di un mondo migliore.

2° posto la docente Anna Parillo con la raccolta poetica Ali d’amore

Copertina luminosa, una donna con le braccia aperte nell’infinito cielo, pronta a spiccare il volo verso cielo e mare, verso l’amore infinito della vita. Ha cappello e gonna lunga, dai colori vivi, accesi, come è accesa la sua personalità, piena di vita e amore.

1° posto la docente Liliana Moreal con la raccolta poetica Diversamente… 

La copertina presenta un quadro della poetessa, Terra di carrubi- 55×45, olio su tela. Che dire? Ancora una volta la Sicilia resta indelebile nel cuore di chi la vive. E questo quadro, in questa copertina, ne rappresenta l’essenza: i muri a secco, le distese di campi dorati, i carrubi maestosi ed il cielo sempre azzurro e vivo. Che dire dell’amata terra immortale nei versi e negli occhi? Che dire? Ottima scelta.

Copertine splendide, vive, colorate:

La serata della premiazione è stata gioiosa e ogni volta sempre a sorpresa, conoscere nuovi poeti, nuove poesie, nuove personalità…

In foto i giurati presenti al concorso, in ordine da sinistra a destra: Corrado Bono, Miriam Vinci, Carmela Di Rosa; L’organizzatore Francesco Urso, la presidente della giuria Liliana Calabrese, Mariapia Astuni moglie del poeta Corrado Carbé, la vincitrice Liliana Moreal ed il poeta e giudice di questa edizione Carlo Sorgia.

Ecco il momento della premiazione:

In ordine abbiamo: Mariapia Astuni, moglie del poeta Corrado Carbé, Liliana Calabrese, la poetessa vincitrice del concorso Liliana Moreal ed il poeta Carlo Sorgia, vincitore della sesta edizione di Libri di-versi in diversi libri.

Si ringraziano tutti per la collaborazione e lo svolgimento di questo splendido concorso…

Vi lascio con una poesia della vincitrice:

DATEMI

Datemi

libbre di sale

per indurire

il cuore e

murarne le brecce.

Le più minute fessure

sigillare,

con ditate di stucco

salato di mare

o bianco di cava,

quelle che sembrano

ragnatele sottili

e piccole crepe

del tempo

su liscio vasellame.

Così ho il cuore:

solcato

come zolla di terra

rossa e pulsante,

arato con lama tagliente

nel varco raggrumato

del mio straziato stupore.

(Liliana Moreal)

 

 

 

 

 

La poesia della Domenica

Amici lettori eccomi qui per augurarvi una buona domenica, vi propongo questa poesia perché scopo di questa mia rubrica domenicale è di portare emozioni dentro i vostri cuori, di costruire un ponte da cuore a cuore, poetando… <3

 

ANIMA 

S’è spenta!

Come il fuoco s’è spenta.

Il cuore giace.

Deserto.

E pare lontano il cielo.

E le sue stelle.

Spenta e tace,

spirito di Primavera.

E’ dolore

l’Amore segreto che fugge.

E t’ama, e t’amo,

e t’amo e t’ama.

Non come ricordo,

ma perché sei Luce.

(Miriam Vinci)

 

Clicca qui per acquistare i tuoi libri…